Le novità fiscali del “Decreto collegato alla Legge di Bilancio 2018”


Il DL 148/2017, così come convertito dalla Legge 172/2017, ha apportato numerose modifiche normative di natura tributaria, interessanti diversi comparti impositivi. In ambito IVA, le principali innovazioni riguardano la disciplina dello split payment e dello “spesometro”, oltre alla sterilizzazione dell’aumento delle aliquote IVA. In materia di tassazione diretta, si segnalano l’introduzione della “mini voluntary disclosure” e il mutamento di alcune disposizione riguardanti le deduzioni e detrazioni ai fini delle imposte sui redditi. Altre novità rilevanti sono rappresentate dall’estensione della rottamazione agevolata dei carichi, dalla previsione di una norma di interpretazione autentica riguardante il Codice del Terzo Settore e dalla regolamentazione dell’equo compenso per i professionisti.

 

Il DL 16 ottobre 2017 n. 148 (c.d. Decreto collegato alla Legge di Bilancio 2018), in vigore dal 16 ottobre 2017 – convertito dalla Legge 4 dicembre 2017 n. 172, pubblicata
sulla Gazzetta Ufficiale 5 dicembre 2017 n. 284, in vigore dal 6 dicembre 2017 – ha introdotto diverse novità tributarie, in particolar modo:


- l’estensione dell’ambito applicativo dello split payment a tutte le società controllate dalla Pubblica Amministrazione;

- la modifica della disciplina dello “spesometro”;
- la sterilizzazione dell’aumento delle aliquote IVA con riguardo all'anno 2018;
- la semplificazione per la tenuta dei registri IVA con sistemi elettronici;
- la regolarizzazione delle attività finanziarie detenute all'estero derivanti da redditi di lavoro autonomo o dipendente o dalla vendita di beni immobili (c.d. “mini voluntary disclosure”);
- l’ampliamento dell’ambito applicativo del credito d’imposta in campagne pubblicitarie;
- la definizione dei profili temporali dell’opzione per il regime degli “impatriati”;
- la deducibilità dal reddito a decorrere dal periodo d’imposta 2018 delle erogazioni liberali a particolari tipologie di fondazioni e di associazioni riconosciute;
- la detrazione IRPEF per i canoni di locazione degli studenti universitari “fuori sede” e residenti in zone montane o disagiate;
- la detrazione IRPEF/IRES relativa ai contributi associativi versati dai soci alle società di mutuo soccorso che operano in determinati settori di attività;
- la detrazione IRPEF relativa alle spese sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali;
- l’estensione della definizione agevolata dei carichi;
- le disposizioni di carattere tribituario del Codice del Terzo Settore;
- la sottoscrizione con firma digitale di atti di natura fiscale;
- l’equo compenso e la specifica disciplina in materia di clausole vessatorie;
- l’obbligo in tema di assicurazione per la responsabilità civile professionale e contro gli infortuni degli avvocati.

 

NOVITA' IVA:

Le principali modifiche normative apportate dal D.L 148/2017, ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, sono riconducibili, come anticipato, ai seguenti aspetti:


- l’estensione dell’ambito applicativo dello split payment a tutte le società controllate dalla Pubblica Amministrazione;
- la modifica della disciplina dello “spesometro”;
- la sterilizzazione dell’aumento delle aliquote IVA con riguardo all’anno 2018;
- la semplificazione per la tenuta dei registri IVA con sistemi elettronici.

Restando in attesa delle nuove disposizioni della LEGGE DI BILANCIO 2018, lo Studio Facchetti è a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito a tutte le novità entrate in vigore con il Decreto Legge.