Legge di Bilancio 2018: le principali novità

                                  (Legge n. 205 del 27.12.2017 pubblicata in GU n. 302 del 29.12.2017) 

Bonus Pubblicità Manovra Correttiva 2017 DL 50/17

La Manovra Correttiva 2017, tra le varie novità, ha introdotto un credito d’imposta definito “bonus pubblicità” a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi che effettuano investimenti “incrementali” in campagne pubblicitarie

su quotidiani, periodici, televisioni e radio.
Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale, innalzato al 90% per le microimprese, piccole e medie imprese, start up innovative.

 

Sterilizzazione aliquote 2018

Vengono sterilizzati gli aumenti delle aliquote Iva previste per il 2018 (da ultimo con DL n. 148/2017 e dalla relativa legge di conversione).

 

Gli aumenti delle aliquote Iva vengono prorogati alle seguenti scadenze:

à  l’aliquota del 10% passerà al 11,5% dal 2019 e al 13% dal 2020;

à  l’aliquota del 22% passerà al 24,2% dal 2019, al 24,9 dal 2020 e al 25% dal 2021.

 

Estensione fatturazione elettronica

Dal 01.01.2019 le cessioni di beni e prestazioni di servizi che intercorrono tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia dovranno essere documentate esclusivamente da fatture elettroniche tramite il sistema di interscambio (SDL) con esclusione di minimi e forfetari.

 

Il predetto obbligo è applicabile alle fatture emesse dal 01.07.2018 relativamente alle:

à  cessioni di benzina / gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori;

à  prestazioni rese da soggetti subappaltatori della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori / servizi / forniture stipulato con una Pubblica amministrazione con indicazione del relativo codice CUP / CIG.

Operazioni da e verso soggetti non stabiliti in Italia

Viene stabilito che i soggetti passivi residenti, stabiliti o identificati in Italia trasmettono telematicamente all’Agenzia delle Entrate (entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di emissione / ricezione della fattura) i dati delle cessioni di beni o prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso o da soggetti non stabiliti in Italia, ad eccezione di quelle per le quali è stata emessa bolletta doganale o emessa / ricevuta fattura elettronica.

 

Bonus bebé

Viene previsto il riconoscimento del bonus bebé anche per ogni figlio nato dal 01.01 al 31.12.2018 fino al compimento del primo anno di età o del primo anno d’ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione.

 

Ristrutturazione impianti sportivi

Viene riconosciuto un credito d’imposta a favore delle imprese che effettuano nel 2018 erogazioni liberali per interventi di restauro o ristrutturazione di impianti sportivi pubblici, ancorché destinati ai soggetti concessionari.

Il nuovo credito d’imposta, pari al 50% delle erogazioni liberali in denaro, fino a 40.000 euro, nel limite del 3 per mille dei ricavi annui, può essere utilizzato esclusivamente in compensazione e non rileva ai fini IRPEF, IRES ed IRAP.

 

Credito imposta sulla formazione

Viene introdotto un credito d’imposta del 40% a favore delle imprese che sostengono costi del personale dipendente per il periodo occupato nella formazione svolta per acquisire e consolidare le conoscenze tecnologiche.

 

Viene espressamente esclusa l’agevolazione a fronte delle attività di formazione prevista per conformarsi alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro o ad ogni altra normativa obbligatoria.

 

Il credito d’imposta viene riconosciuto in misura massima di 300.000 euro annui.

 

Tassazione capital gains – dividenti e utili

Viene confermato l’assoggettamento a tassazione del 26% di tutte le plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni sia qualificate che non qualificate. Di conseguenza è possibile compensare plusvalenze e minusvalenze derivanti da partecipazioni qualificate con quelle da partecipazioni non qualificate.

Viene, inoltre, confermata l’applicazione ai dividendi collegati a partecipazioni qualificate dell’aliquota sostitutiva del 26%. La ritenuta è altresì applicabile agli utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione indipendentemente dal valore dell’apporto, ossia sia a contratti “non qualificati” che “qualificati”.

 

In presenza di un associante in contabilità semplificata, gli utili concorrono a formare il reddito dell’associato nella misura del 58,14% nel caso in cui l’apporto è superiore al 25% della somma delle rimanenze finali di cui agli artt. 92 e 93, TUIR e del costo residuo dei beni ammortizzabili di cui all’art. 110, TUIR.

 

Le nuove disposizioni si applicano ai redditi di capitale percepiti a partire dal 01.01.2018 e ai redditi diversi realizzati a decorrere dal 01.01.2019. Alle distribuzioni di utili derivanti da partecipazioni qualificate in società / enti soggetti IRES formatesi con utili prodotti fino all’esercizio in corso al 31.12.2017, deliberate dal 2018 al 2022, sono applicabili le regole di cui al DM 26.5.2017, ossia la parziale tassazione degli stessi in base alle percentuali fissate dal citato Decreto.

 

Rifinanziamento sabatini ter

Le funzionalità della misura sabatini ter vengono garantite fino ad esaurimento del fondo. Una parte delle risorse disponibili è riservata agli investimenti effettuati dalle micro, piccole e medie imprese per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuove di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie, compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga.

 

Abrogazione scheda carburante

A seguito dell’abrogazione del DPR n. 444/97, è disposta la soppressione dell’utilizzo della scheda carburante per la documentazione degli acquisti di carburante per autotrazione. Gli acquisti in esame presso gli impianti di distribuzione devono essere documentati da fattura elettronica. Ai fini della deducibilità del relativo costo / detraibilità gli acquisti di carburante devono essere esclusivamente effettuati tramite carte di credito, di debito o prepagate.

 

Le nuove disposizioni sono applicabili a decorrere dal 01.7.2018.

 

A favore degli esercenti impianti di distribuzione di carburante è riconosciuto un credito d’imposta pari al 50% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate a decorrere dall’1.7.2018, mediante carte di credito.

Credito acquisto plastica riciclata

Nel caso di acquisto di beni realizzati con materiali derivati da plastiche miste provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica o da selezione di rifiuti urbani viene riconosciuto un credito d’imposta del 36% delle spese sostenute dal 2018 al 2020 nel limite massimo di 20.000 euro.

Detrazione spese DSA

Viene prevista l’introduzione della detrazione IRPEF pari al 19% delle spese sostenute, a decorrere dal 2018, anche nell’interesse dei soggetti a carico, in favore di “minori o di maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici, di cui alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere, in presenza di un certificato medico che attesti il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti acquistati e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato”.

 

Polizze calamità naturali

Viene riconosciuta una detrazione IRPEF pari al 19% dei premi per le assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di eventi calamitosi, stipulate relativamente alle unità immobiliari ad uso abitativo. La disposizione è applicabile alle polizze stipulate a partire dall’1.1.2018.

Studenti fuori sede

Per il 2017 ed il 2018, la detrazione del 19% dei canoni di locazione degli studenti universitari fuori sede si applica anche agli iscritti ad un corso di laurea presso una università situata in un comune distante almeno 100 km dal comune di residenza e ai residenti in una zona montana ovvero disagiata e iscritti ad un corso di laurea presso una università situata in comune distante almeno 50 km da quello di residenza.

Trasporto pubblico

Viene confermata la detrazione del 19% delle spese sostenute per l’acquisto di abbonamento ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e inter regionale per un importo non superiore a 250 euro. Viene previsto, inoltre, che non concorrono alla formazione del reddito le somme erogate o rimborsate per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale o interregionale del dipendente e dei familiari a carico.

Deduzione IRAP stagionali

Viene prevista la deduzione piena ai fini IRAP di tutti i lavoratori stagionali, impiegati per almeno 120 giorni per 2 periodi d’imposta a decorrere dal secondo contratto stipulato con lo stesso datore di lavoro, nell’arco temporale di due anni a partire dalla data di cessazione del precedente contratto.

Pagamento retribuzioni in contanti

Viene stabilito, a decorrere dall’1.7.2018, il divieto di corrispondere le retribuzioni in contanti al lavoratore, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro instaurato, pena l’applicazione di una sanzione da € 1.000 a € 5.000.

La firma apposta dal lavoratore sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione.

Cedolare secca al 10%

Viene confermata, per il 2018-2019, la misura della cedolare secca sui contratti di locazione a canone concordato (o nei comuni ad alta tensione abitativa) nella misura del 10%.

Figli a carico

La soglia di reddito entro cui un figlio può essere considerato a carico fiscale (fino ai 24 anni) passa da 2.840,51 a 4.000 euro a decorrere dal 2019.

Compensi sportivi dilettanti

Viene previsto l’aumento da 7.500 a 10.000 euro della soglia entro la quale, come disposto dall’art. 69, comma 2, TUIR, le indennità, i rimborsi forfetari, i premi ed i compensi erogati agli sportivi dilettanti dalle società / associazioni sportive dilettantistiche, non concorrono alla formazione del reddito.

Proroga maxi ammortamento

Viene confermato l’incentivo a favore di coloro che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi dal 01.01.2018 al 31.12.2018 (30.06.2019 se entro il 31.12.2018 viene accettato l’ordine e pagato un acconto pari ad almeno il 20%) consistente in una maggiorazione del relativo costo del 30% (rispetto al precedente anno vi è stata una riduzione del beneficio, che originariamente consisteva in una maggiorazione del 40%).

 

Sono esclusi i veicoli a deducibilità limitata ed i beni con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%, oltre a fabbricati e costruzioni e in qualsiasi caso i beni individuati dalla specifica disciplina.

 

Proroga iper ammortamento

Viene prorogata la possibilità di agevolare gli investimenti in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica e digitale ricompresi nella tabella A della finanziaria 2017 nella misura del 150% per tutto il 2018 (entro il 31.12.2019 nel caso in cui venga accettato l’ordine e pagato un acconto di almeno il 20%).

 

Si segnala l’incremento della gamma di beni il cui acquisto è agevolato con una maggiorazione del costo del 40% (software di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping dell’e-commerce, serv izi digitali per la fruizione immersiva, gestione e coordinamento logistica ecc.)

 

Rivalutazione terreni e partecipazioni

Viene riproposta la possibilità di rideterminare il valore di acquisto di terreni e partecipazioni alla data del 01.01.2018 da parte di persone fisiche, società semplici, associazioni professionali ed enti non commerciali. Viene fissato al 30.06.2018 il termine entro quale provvedere alla redazione e all’asseverazione della perizia, nonché per il versamento dell’imposta sostitutiva dell’8%.

 

Bonus strumenti musicali

Viene prorogato per il 2018 il contributo pari al 65% del prezzo per un massimo di 2.500 euro, per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, a favore degli studenti.

Bonus 80 euro

Vengono ampliate le soglie di fruizione dell’agevolazione consistente nel credito di 80 euro mensili a favore dei lavoratori. A decorrere dal 2018 l’agevolazione potrà essere fruita in misura piena fino al raggiungimento di un reddito pari a 24.600 euro, ed in misura ridotta per i redditi compresi tra 24.600 e 26.600 euro.

 

Recupero edilizio

Viene confermata la proroga della detrazione del 50% sui lavori di recupero edilizio nella misura massima di spesa di 96.000 euro e la detrazione per le misure antisismiche, il cui ambito di applicazione, viene specificato, si estende a IACP, enti con medesima finalità e cooperative di abitazione a proprietà indivisa per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai soci.

Risparmio energetico

Viene confermata, in generale, l’agevolazione maggiorata al 65% per le spese di riqualificazione energetica sostenute fino al 31.12.2018. Fanno eccezione gli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, nonché le schermature solari la cui aliquota di detrazione viene diminuita al 50%.

 

Si segnala, inoltre, l’estensione della detrazione del 65% alle spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, sostenute dal 01.01.2018 al 31.12.2018, con un ammontare massimo di detrazione di 100.000 euro (al fine di beneficiare della detrazione gli interventi devono condurre ad un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%).

 

E’ prevista, altresì, la riduzione della detrazione al 50% per le seguenti ipotesi:

à  acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi;

à  acquisto e posa in opera di schermature solari;

à  acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, con l’importo massimo della detrazione pari a 30.000 euro;

à  sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto ex Regolamento UE n. 811/2013.

 

Per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, l’incentivo torna al 65% nel caso in cui l’efficienza energetica risulti almeno pari alla classe A e sia prevista la contestuale installazione di sistemi di termoregolazione. L’agevolazione è riconosciuta nella stessa misura nel caso di installazione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi e generatori di aria calda a condensazione.

 

Viene inoltre prevista l’estensione dell’agevolazione agli enti aventi le stesse finalità sociali degli IACP e alle cooperative di abitazione a proprietà indivisa.

Si segnala, infine, la previsione di un’agevolazione maggiorata a favore delle spese di riqualificazione energetica con riduzione del rischio sismico, con aliquota di detrazione dell’80-85% su un ammontare massimo di spesa di 136.000 euro.

 

Cessione credito da riqualificazione

Il credito d’imposta può essere ceduto da chiunque su qualsiasi tipologia di spesa di riqualificazione energetica.

 

Bonus mobili ed elettrodomestici

Viene confermato il bonus del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di intervento di recupero del patrimonio edilizio (viene introdotta la comunicazione delle informazioni relative all’intervento all’ENEA).

 

Pagamento PA

Le pubbliche amministrazioni, prima di provvedere ad un pagamento superiore a 5.000 euro, devono verificare se il soggetto beneficiario risulta inadempiente al versamento di una o più delle cartelle di pagamento per un importo complessivamente pari ad almeno 5.000 euro.

 

Sospensioni compensazioni

Viene confermata la possibilità di sospendere fino a 30 giorni l’esecuzione dei modelli F24 relativi a compensazioni che presentano profili di rischio.

 

Bonus verde

Viene introdotta una nuova agevolazione che prevede una detrazione IRPEF del 36% su una spesa massima di 5.000 euro per unità abitativa sui lavori di sistemazione del verde e realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili (anche su parti comuni condominiali).

La fruizione è condizionata al pagamento delle somme tramite strumenti tracciabili ed il beneficio è suddiviso in 10 rate di pari importo.

 

Blocco aliquote tributi locali

Viene confermata l’estensione della sospensione dell’efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali che prevedono aumenti dei tributi delle addizionali rispetto ai livelli del 2015. La disposizione non si applica ai comuni istituiti a seguito di fusione al fine di consentire l’armonizzazione delle diverse aliquote.

 

Incentivi all’occupazione giovanile

Viene introdotto, a decorrere dalle assunzioni operate dal 01.01.2018, uno sgravio contributivo sulle assunzioni stabili a tempo indeterminato nella misura del 50% applicabile per un triennio (massimale 3.000 euro l’anno).

 

Possono beneficiare dell’agevolazione i datori di lavoro che assumono dipendenti che non abbiano compiuto i 30 anni (i 35 limitatamente alle assunzioni effettuate entro il 31.12.2018) e che non siano stati occupati a tempo indeterminato con lo stesso o con altro datore di lavoro.

 

L’agevolazione si applica anche in caso di prosecuzione di un contratto di apprendistato in rapporto a tempo indeterminato, nonché in caso di conversione, successiva al 01.01.2018, di un contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato.

 

L’esonero è pari al 100% se vengono assunti giovani che hanno svolto presso lo stesso datore di lavoro attività di alternanza scuola lavoro o un periodo di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale.

Canone RAI

In sede di approvazione è estesa la riduzione a 90 euro del canone di abbonamento RAI per uso privato.